Uno studio pilota suggerisce che la polvere di pomodoro ha benefici superiori per il recupero dall'esercizio rispetto al licopene

Tra i popolari integratori alimentari utilizzati per ottimizzare il recupero dell'esercizio dagli atleti, il licopene, un carotenoide presente nei pomodori, è ampiamente utilizzato, con ricerche cliniche che dimostrano che gli integratori di licopene puro sono un potente antiossidante che può ridurre la perossidazione lipidica indotta dall'esercizio (un meccanismo in i radicali liberi danneggiano le cellule “rubando” elettroni dai lipidi nelle membrane cellulari).

In un nuovo studio pilota, pubblicato sul Journal of the International Society of Sports Nutrition, i ricercatori miravano a studiare i benefici antiossidanti del licopene, ma in particolare, come si sono confrontati con la polvere di pomodoro, un integratore di pomodoro più vicino alla sua intera origine alimentare che contiene non solo licopene ma un profilo più ampio di micronutrienti e vari componenti bioattivi.

Nello studio crossover randomizzato in doppio cieco, 11 atleti di sesso maschile ben allenati sono stati sottoposti a tre test da sforzo esaurienti dopo una settimana di integrazione con una polvere di pomodoro, poi un integratore di licopene e poi un placebo. Per ciascuno degli integratori utilizzati sono stati prelevati tre campioni di sangue (baseline, post-ingestione e post-esercizio), al fine di valutare la capacità antiossidante totale e le variabili della perossidazione lipidica, come la malondialdeide (MDA) e l'8-isoprostano.

Negli atleti, la polvere di pomodoro ha aumentato la capacità antiossidante totale del 12%. È interessante notare che il trattamento con polvere di pomodoro ha anche comportato un aumento significativamente ridotto di 8-isoprostano rispetto sia all'integratore di licopene che al placebo. La polvere di pomodoro ha anche ridotto significativamente l'MDA dell'esercizio esaustivo rispetto al placebo, tuttavia, tale differenza non è stata indicata tra i trattamenti con licopene e placebo.

Sulla base dei risultati dello studio, gli autori hanno concluso che i benefici significativamente maggiori della polvere di pomodoro sulla capacità antiossidante e sulla perossidazione indotta dall'esercizio potrebbero essere stati causati da un'interazione sinergica tra licopene e altri nutrienti bioattivi, piuttosto che dal licopene in un isolato formato.

"Abbiamo scoperto che l'integrazione di 1 settimana con polvere di pomodoro ha aumentato positivamente la capacità antiossidante totale ed era più potente rispetto all'integrazione di licopene", hanno affermato gli autori dello studio. "Queste tendenze nell'8-isoprostano e nell'MDA supportano l'idea che in un breve periodo di tempo, la polvere di pomodoro, non il licopene sintetico, ha il potenziale per alleviare la perossidazione lipidica indotta dall'esercizio. L'MDA è un biomarcatore dell'ossidazione dei pool lipidici totali, ma l'8-isoprostano appartiene alla classe F2-isoprostano ed è un biomarcatore affidabile della reazione indotta dai radicali che riflette specificamente l'ossidazione dell'acido arachidonico.

Con la brevità della durata dello studio, gli autori hanno ipotizzato, tuttavia, che un regime di integrazione a lungo termine di licopene potrebbe portare a maggiori benefici antiossidanti per il nutriente isolato, in accordo con altri studi condotti su un periodo di diverse settimane . Tuttavia, il pomodoro intero contiene composti chimici che possono migliorare i risultati benefici in sinergia rispetto a un singolo composto, hanno affermato gli autori.


Tempo di pubblicazione: 12 aprile-2021